Green Italy, membri e obiettivi del nuovo partito politico

di Redazione 48 views0

Venerdì scorso è stato presentato a Roma Green Italy, il nuovo partito politico ecologista che si dichiara oltre la destra e la sinistra e focalizzato a promuovere un “green new deal”. Vediamo i membri e gli obiettivi del nuovo soggetto politico.

Al Maxxi di Roma è stato presentato Green Italy. Il nuovo partito politico ha tra gli obiettivi principali della propria attività un nuovo e maggiore impulso alla green economy e alle politiche della sostenibilità, la riqualificazione urbana e la valorizzazione delle eccellenze italiane. Lo scopo, secondo il manifesto di Green Italy, è quello di “mettere l’ecologia nel cuore della politica italiana, offrendo agli elettori un’altra scelta rispetto a quelle oggi disponibili”.

Sono tanti i nomi che gravitano attorno a Green Italy. Tra questi i due parlamentari ex PD Roberto Della Seta e Francesco Ferrante. Tra i promotori troviamo anche Monica Frassoni, la presidente dei Verdi Europei, la direttrice  di Legambiente Rossella Muroni e il vicepresidente Edoardo Zanchini.  E poi anche Angelo Bonelli e Grazia Francescato.

Alla presentazione di Green Italy è giunto anche il “curioso” saluto di Ermete Realacci (PD, presidente onorario di Legambiente e attuale presidente della Commissione Ambiente alla Camera), che ha inoltre espresso pareri non proprio entusiasti sul modo in cui il governo sta affrontando le tematiche ambientali (non sembrano una “priorità dell’esecutivo”).

Il nuovo partito politico Green Italy sorge con l’intento di raccogliere consensi già per le Elezioni Europee del 2014.  Roberto Della Seta ha ricordato l’importanza di estendere la platea degli interlocutori, aggiungendo che

La bellezza, la cultura, l’intelligenza, i nostri paesaggi e la nostra storia sono la materia prima del nostro talento e se non si investe in questi punti di forza l’Italia, al termine della crisi, sarà più irrilevante che mai.

Fabio Granata (ex FLI) descrive la convivenza di personalità provenienti da esperienze politiche molto differenti (dalla Margherita a FLI, dal PD a An passando per SEL) non tanto come trasversalismo ma come una scommessa sul futuro. Noi, dal canto nostro, non mancheremo di seguire gli sviluppi di questo nuovo soggetto politico e di tenervi aggiornati.

Photo credits | pizzodisevo su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>