Ricettario etico: ecco come scegliere dolci senza ingredienti di origine animale

di Blogger 190 views0

Tiramisù, torta della nonna, cannoli siciliani, bignè e panna cotta rigorosamente senza uova, burro, latte e miele. In altre parole: dolci etici. Con oltre 100 ricette, arriva in libreria la più completa raccolta per realizzare dolci e dessert senza ingredienti di origine animale. “La cucina etica dolce“, a cura di Dora Grieco e Roberto Politi (Edizioni Sonda, euro 24,50), presenta ricette di dolci e dessert della nostra tradizione ed etnici. Un qualificato ricettario di pasticceria, sia di semplice sia di elaborata esecuzione, non solo per vegan: “per tutti i palati golosi e curiosi, per chi privilegia la leggerezza e ama sperimentare gusti parzialmente nuovi o dolci dal nome e dall’aspetto tradizionale, ma reinterpretati con sfumature diverse“.

LA CUCINA ETICA DOLCE
Ciascuno di noi – si legge nella presentazione del ricettario – ha almeno un amico, un conoscente o forse un familiare che per qualche problema di salute deve evitare i prodotti caseari o le uova. Molti si saranno trovati in imbarazzo dovendo preparare un dolce senza poter usare questi ingredienti, magari per qualche occasione importante. Come cavarsela in questi casi? “La cucina etica dolce” presenta oltre 100 ricette di dolci e dessert della tradizione ed etnici, tutti vegan“. Dai classici irrinunciabili come il tiramisù, la torta della nonna, il millefoglie, o i cannoli siciliani, la Sacher, i bignè e la panna cotta, ai dolci più casalinghi e a quelli per le occasioni speciali. Per non dimenticare biscotti, torte alla frutta e farcite, gelatine, bavaresi e gelati.

NON SOLO CUCINA VEGAN
Un ricettario di pasticceria sia di semplice che di elaborata esecuzione, non solo per vegan: per tutti i palati golosi e curiosi, per chi privilegia la leggerezza unita alla bontà e ama sperimentare gusti parzialmente nuovi o dolci dal nome e dall’aspetto tradizionale, ma reinterpretati con sfumature diverse. Un manuale capace dunque di smentire i pregiudizi di limitatezza o di sacrificio verso l’alimentazione vegana, che dimostra come si possa rinunciare a qualche ingrediente senza perdere di vista il gusto. Due sezioni specifiche sono curate dallo chef pasticciere Giuseppe Morra e della cuoca di cucina naturale Silvia Tonelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>