Creato un filtro per l’aria in città: la purifica come 275 alberi

di AnnaMaria Commenta

L’autrice della scoperta è una startup tedesca, che ha studiato un filtro per l’aria che usa muschi e licheni per purificare l’aria dalle sostanze inquinanti. E’ un’installazione verticale, dalla forma simile a un paravento, che filtra l’aria eliminando le polveri sottili e inquinanti, l’ossido di azoto, l’anidride carbonica, raggiungendo un risultato simile a quello ceh farebbero 275 alberi ma utilizzando il 99% di superficie in meno.

Il progetto si chiama CityTree e l’obiettivo dell’invenzione della statup e rendere più respirabile l’aria in città. Il filtro utilizza piante come muschi e licheni, che ricoprono le bocchette d’aria pensate per accelerare il processo di filtraggio dell’aria e anche per raccogliere dati sui livelli e le tipologie di inquinanti rilevati nell’aria. Il pannello funziona ad energia solare e poi trasmette vie internet i dati registrati.

INQUINAMENTO DELL’ARIA: PIU’ PATOLOGIE INFANTILI A CAUSA DI SMOG E POLVERI SOTTILI

A seconda del contesto in cui viene posizionata la struttura potrà essere posizionata in vario modo, e c’è pure una versione con panchina per i contesti in cui dovrà convivere con la presenza di persone. L’idea è molto innovativa, è stata finanziata in parte dal governo tedesco, ed è entrata tra le 30 idee finaliste del premio statunitense Chivas Venture per le imprese socialmente responsabili, che il mese prossimo assegnerà un premio in denaro da un milione di dollari.

INQUINAMENTO DELL’ARIA: ECCO CHI E QUANTO PRODUCE LE POLVERI SOTTILI

Ricordiamo che il problema delle polveri sottili e dell’inquinamento dell’aria riguarda da vicino anche la nostra salute. Se le polveri sottili 2,5 micron infatti sono respirabili e quindi possono penetrare nei nostri polmoni fino ad accumularsi nel sangue e raggiungere varie parti del nostro organismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>