Allarme biodiversità: la metà delle specie rischiano l’estinzione entro la fine del secolo

di AnnaMaria Commenta

Secondo gli esperti una specie su cinque sulla Terra rischia l’estinzione già oggi e se non si prenderanno accorgimenti immediati di tutela la metà delle specie potrebbe scomparire entro la fine di questo secolo. A dare il tragico annuncio sono stati gli esperti e scienziati di tutto il mondo riuniti nel workshop di tre giorni organizzato in Vaticano dalla Pontificia Accademia delle Scienze e dalla Pontificia Accademia delle Scienze Sociali.

Si tratta di una minaccia ancora più grave di quella del cambiamento climatico, afferma il biologo americano Peter Hamilton Raven, anche perchè è una minaccia permanente e non reversibile e spaventa ancora di più perchè il tasso di estinzione ha raggiunto un livello che non si era mai verificato prima.

> KOALA IN VIA DI ESTINZIONE A CAUSA DELL’AUMENTO DELLA TEMPERATURA GLOBALE

La causa principale è il riscaldamento globale prodotto dai cambiamenti climatici di natura antropica. L’alterazione del ciclo dell’acqua ha alterato anche la biodiversità e su questo aspetto i danni più gravi provengono da attività umane come l’utilizzo di fonti fossili per l’energia. La possibile soluzione sarebbe quindi il passaggio alle energie pulite una delle soluzioni, insieme a nuove tecniche di agricoltura più sostenibili e ad una gestione più intelligente delle risorse.

> ANIMALI IN VIA DI ESTINZIONE, LA SOLUZIONE ARRIVA DALLA GENETICA

E il tema della salvaguardia delle diversità è stato anche al centro del World Wildlife Day 2017, la Giornata mondiale della natura selvatica promossa dall’Onu per incoraggiare i giovani a prendersi cura della natura. Sono le nuove generazioni infatti che dovranno agire per combattere il pericolo estinzione e che devono essere sensibilizzati sui temi della salvaguardia del pianeta e la tutela delle specie perchè sono loro che dovranno prendere in futuro le decisioni cruciali per l’ambiente.

> IN ITALIA CI SONO 355 SPECIE ANIMALI A RISCHIO ESTINZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>